Vi spiego perché si può di nuovo giocare a calcetto…ma non ancora al Pianacci

 

 

Dal 26 aprile, con nuovo decreto ministeriale, è possibile tornare a giocare a calcetto e ad altri sport di contatto, sia pure senza utilizzo di spogliatoi…
una riapertura che è stata “festeggiata” ovunque in Italia, con campetti presi letteralmente d’assalto…

al Pianacci da 17 anni c’è un campetto da calcio a 5, in erba sintetica (un po’ datata, ma sempre meglio di un duro selciato…) ad uso gratuito per i ragazzi del quartiere…
il campetto però, per motivi di sicurezza, non è utilizzabile e non è ancora certo quando potrà tornare ad esserlo per i motivi che provo a riassumere qui (è un po’ lungo, ma è necessario per comprendere al meglio alcune delle dinamiche complesse che dobbiamo quotidianamente affrontare)

Ottobre 2018.
Un’eccezionale ondata di maltempo con piogge copiose crea un notevole danno alla Sala Foglino con infiltrazioni d’acqua che rovinano il parquet posato poche settimane prima.

(clicca per ingrandire)

La Sala Foglino si trova esattamente sotto il campo da calcetto, e le infiltrazioni d’acqua provengono dalla soletta che fa da soffitto (e che corrisponde al fondo del campo da calcetto) e dalle fioriere adiacenti, rese permeabili dall’usura della guaina di impermeabilizzazione.

Viene immediatamente informato il Municipio e, in attesa dei lunghi tempi di intervento, provvediamo ad installare grondaie interne che convogliano all’esterno l’acqua infiltratasi dal campo di calcetto.

(clicca per ingrandire)

 

Dopo circa un anno vengono effettuati i lavori di ripristino della guaina di impermeabilizzazione delle fioriere e vengono sostituiti alcuni tubi di scarico del campetto.

 

(clicca per ingrandire)

Il lavoro però è incompleto, non vengono revisionati i tubi della parte antistante l’ingresso del campetto ed in poco tempo le infiltrazioni d’acqua riprendono, sia in parte sulla sala (anche se meno copiose che in passato) che, soprattutto, nei locali spogliatoi-servizi igienici, che avevamo provveduto a dotare di un telo in plastica da svuotare ad ogni piovasco, anche minimo…

proprio la zona sottostante lo spazio “dimenticato”.

Ci preoccupa il fatto che l’infiltrazione d’acqua continui, ininterrotta, da due anni e soprattutto non siamo in grado di capire se e quanto queste continue infiltrazioni abbiano minato la solidità della soletta soprastante, cioè come detto il fondo del campo da calcetto.

Scriviamo più e più volte alla Direzione del Municipio chiedendo un sopralluogo di tecnici che possano quanto meno tranquillizzarci sull’assenza di pericoli per l’incolumità degli eventuali frequentatori della sala e del campetto.

Non riceviamo alcuna risposta, nemmeno dopo l’invio della richiesta con posta PEC, equivalente ad una raccomandata.

Il pressing telefonico sul Presidente del Municipio, sull’Area Tecnica e sul Comune (che nel frattempo ha avviato l’iter di adeguamento del PalaCep alla normativa antincendio) sortisce l’effetto di un sopralluogo congiunto Comune-Municipio, al termine del quale i tecnici ci “tranquillizzano” verbalmente: “Non c’è alcun pericolo”, rifiutandosi però di trasferire questa affermazione per iscritto.

Sconcertati, torniamo “alla carica”, chiedendo (sempre con mail anche PEC) alla Direzione del Municipio una comunicazione scritta sull’esito del sopralluogo, anche in questo caso senza alcun esito.

A fine 2020 la nostra richiesta viene formulata (a Comune e Municipio) tramite intervento del nostro legale.

Dopo circa un mese ci viene comunicato per iscritto l’esito del sopralluogo: non ci sono certezze sulla solidità della soletta oggetto di continue infiltrazioni, che necessiterà di un adeguato controllo, oltre all’intervento di sostituzione dei tubi di scarico del campo da calcetto non funzionanti.
Nell’attesa dei lavori è interdetto l’accesso alla Sala Foglino e, per estensione, anche alla zona antistante il campo da calcetto.

Ed è il Municipio stesso a posare le transenne in quella zona. Purtroppo corrisponde esattamente all’unico cancello di accesso al campo da calcetto, che pertanto non è fruibile.

I lavori necessitano di capienza economica che, per quanto riferitoci dal Municipio, non è ancora stata ripristinata dal Comune e non c’è certezza sulla data in cui questo potrà avvenire.
Fino ad allora, sempreché non vengano evidenziate situazioni di deterioramento della soletta più marcate di quanto ipotizzato, non sarà possibile, per motivi di sicurezza, utilizzare né la Sala Foglino né il campo da calcetto.

Che si aggiungono alla situazione del PalaCep che, come già ampiamente descritto in passato, è utilizzabile solo per allenamenti di pattinaggio e non per altri eventi aperti al pubblico in quanto oggetto di un complesso progetto di adeguamento alle normative antincendio, gestito dal Comune con significativo investimento economico a  rimedio di alcune “dimenticanze” del 2009, anno di realizzazione dell’impianto.
E’ un iter molto lungo, iniziato con nostra segnalazione di fine 2017, che in teoria si sarebbe dovuto completare nel 2019 ma che, ad oggi, sembrerebbe collocabile nel 2022.  

Ci auguriamo di “resistere” almeno fino a quel momento…
almeno un momento di festa, dopo tante frustrazioni,  ce lo meritiamo…

Carlo Besana
Presidente onorario
del Circolo ARCI Pianacci

 

dona il 5 per 1000 al Circolo Pianacci!!!

 

Anche nel 2021 si possono sostenere le attività del Circolo Pianacci attraverso la destinazione del “5 per 1000”, senza alcun costo a carico del contribuente

 

Anche nel 2021, grazie al dispositivo della Legge Finanziaria, il contribuente può sostenere le associazioni che operano nel volontariato destinando il 5 per mille dell’IRPEF dovuto all’erario, senza costi a carico del contribuente (ricordiamo che il 5 per mille non preclude la possibilità di destinare l’8 per mille alla Chiesa Cattolica ed alle altre confessioni religiose, né di destinare il 2 per mille a partiti politici e/o ad associazioni culturali, per cui è possibile optare per tutte le soluzioni).

La nostra Associazione di Promozione Sociale è tra gli enti destinatari della disposizione ed è presente nell’apposito elenco (è possibile verificare visitando il sito dell’Agenzia delle Entrate all’indirizzo  www.agenziaentrate.it. )

 

Come destinare il 5 per mille

Le persone fisiche potranno indicare nella propria dichiarazione dei redditi, il codice fiscale 95047280102 (non il nome dell’Associazione!) e destinare così, senza alcun costo aggiuntivo, il 5 per mille delle proprie tasse alle importanti attività sociali dell’Associazione “ Consorzio Sportivo Pianacci “

 

Dove indicare la scelta

In caso di scelta si dovrà apporre la propria firma nel riquadro indicante ”Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art.10 , c.1, lett. a) del D.Lgs.n.460 del 1997“, che troverete nel modello da voi utilizzato e ricordarsi di indicare il codice fiscale (95047280102) dell’Associazione “Consorzio Sportivo Pianacci”  (e non il nome!)

(clicca per ingrandire)

Come verranno utilizzati questi contributi?

I contributi saranno utilizzati per le attività dell’Associazione “Consorzio Sportivo Pianacci” che, con il suo Circolo Arci, rappresenta una delle strutture più attive (dal 1997) al Cep di Genova Pra’; un quartiere dal passato problematico (tipico delle periferie urbane) che da anni sta offrendo una positiva “visibilità”, tanto da essere diventato ormai un consolidato punto di riferimento tra i migliori nell’ambito cittadino per  promuovere incontri e socialità.

In questo percorso, lento ma concreto, di riqualificazione di un intero quartiere, l’Associazione “Consorzio Sportivo Pianacci” riveste un ruolo importante che, grazie anche al Vostro prezioso contributo, potrà beneficiare di un ulteriore supporto.

Grazie!!!

(clicca per ingrandire)


Qualcuno, legittimamente, si chiederà quali siano i costi che deve sostenere la nostra Associazione.

Nel corso del 2020, nonostante il lungo periodo di chiusura (oltre 5 mesi su 12) la nostra Associazione ha dovuto affrontare, tra gli altri,  i seguenti costi:

Utenze 8.000 euro
Manutenzioni e costi per sanificazioni, materiali per igienizzazioni, cartelli con avvisi sui protocolli santi Covid ecc) 12.500 euro
Canoni vari
(compreso canone affitto comunale)
2.000 euro
Polizze assicurative 3.500 euro
Tari annuale 2.000 euro

Tutto questo per garantire, nel rispetto dei limiti imposti dai vari DPCM, l’apertura quotidiana degli spazi gestiti dal Circolo Pianacci.

Poi, coperti questi costi, occorre reperire le risorse per le nostre attività…

passaparola…

 

 

 

una buona notizia…

 

 

In un periodo parecchio difficile, le buone notizie sono ancora più gradite…

Da parte del Consiglio Direttivo
del Circolo Arci Pianacci.

Come è successo altre volte il Pianacci ha attraversato, in questi ultimi periodi, grandi difficoltà. Per ora superate.

Uno degli aiuti che ci ha letteralmente permesso di non decidere di chiudere l’associazione, alla fine del 2020, è stato un contributo di 20.000 euro da parte del Comune.
Risorse che servono a coprire spese che l’associazione non sarebbe stata in grado di affrontare.

Vogliamo qui ringraziare il Comune di questo intervento.

Forse ringraziare, tra enti, non è la parola adatta.
Vogliamo testimoniare che il Comune, per mano di alcuni amministratori, ha deciso di sostenere una realtà, di volontariato, importante per il quartiere del Cep.
Una, a nostro avviso, giusta collaborazione tra Istituzioni ed enti per il bene delle comunità territoriali.

Nel Comune una persona che ha “ascoltato” e “letto” questo bisogno è stato l’Assessore Pietro Piciocchi che, invece, ci sentiamo di ringraziare a nome del quartiere e di tutti quelli che potranno continuare a fruire delle attività sportive, delle occasioni di incontro e degli spazi che gestiamo.

Dopo quel contributo abbiamo iniziato a lavorare, tanto, su bandi e progetti vari che, speriamo, ci diano la spinta per i prossimi anni.

Il Consiglio Direttivo del Circolo Arci Pianacci

 

 

Nuove proposte del Circolo Arci Pianacci per “over 60″…e non solo…

 




Attività motoria, passeggiate urbane e visite guidate con il Pianacci




Per tutti ed in particolare per “over 60”.

Con la bella stagione al Pianacci Vi proponiamo alcune opportunità per attività motoria, passeggiate e visite guidate.

2 volte alla settimana attività motoria all’aperto in Area Pianacci e 2 passeggiate o visite guidate al mese.

L’iscrizione, comprensiva del tesseramento 2021 per il Circolo Arci Pianacci, è GRATUITA.

La quota di partecipazione è di 1 SOLO EURO ad attività, per il massimo quindi di 10 euro/mese.

Per dettagli e informazioni scriveteci a corsi@pianacci.it o inviate messaggio (oppure chiamate) al numero 3281720432.

Le attività sono previste a partire dalla metà del mese di aprile fino almeno a fine giugno (ed oltre, se ci saranno disponibilità)
Il gruppo deve essere composto almeno in parte da “over 60”.

(clicca per ingrandire)

 

Attività realizzate dal PATTO DI SUSSIDIARIETA’ DGR 724/2020
finanziamento in attuazione art. 72 e 73 del DLGS 117/2017 s.m.i.
Accordo di programma 2019 tra Ministero del Lavoro e Politiche sociali
e Regione Liguria

volantino – fronte
(clicca per ingrandire)

 

volantino – retro
(clicca per ingrandire)

 

 

 

 

ci mancherai Antonio, buon viaggio…

 

la foto è del 2013, ed evidenzia tutto l’orgoglio di Antonio Pertichini, nostro “socio storico”, da sempre presente nel nostro Consiglio Direttivo e per moltissimi anni, finché la salute lo ha sorretto, instancabile collaboratore, sempre pronto ad intervenire nelle diverse necessità di manutenzione…

nel 2009, in occasione di un servizio (“Cep Pride”) realizzato da una rivista, ad una giornalista si presentò come “l’ultimo comunista rimasto al Cep”

Negli ultimi tempi ha avuto diversi problemi di salute.
Io e Susanna lo abbiamo sentito diverse volte, ed ogni volta ci si è lasciati mettendo alle spalle le preoccupazioni per lasciare il posto a divertenti aneddoti…

sembrava che stesse recuperando, invece poche ore fa ci ha lasciati, avrebbe compiuto fra poco i 78 anni…

mi piace pensare che sia arrivato lassù sventolando la bandiera del Pianacci e con il suo modo burbero si sia presentato così:
“Potete dire al padrone di casa che è arrivato Antonio Pertichini, l’ultimo comunista rimasto al Cep?”…
e giù una risata…

ci mancherai Antonio, buon viaggio…

 

Antonio Pertichini sventola la bandiera del Pianacci
(clicca per ingrandire)

 

 

articolo correlato dal sito carlobesana.it

(link all’articolo – cliccare sull’immagine)

 

 

 

 

Il Pianacci attende risposte dal Comune per la riapertura

Featured Video Play Icon

La fine del lockdown ha consentito, oltre al riavvio di diverse attività, anche la riapertura dei parchi pubblici.

L’Area Pianacci, con i suoi 16.000mq uno degli spazi più importanti del Ponente cittadino, è un parco di proprietà pubblica gestito da un ente privato, il Circolo Arci Pianacci.
Questo comporta una serie di criticità che rendono più problematica la possibilità di riapertura.

I dirigenti dell’Associazione del Cep attendono dal Comune le risposte necessarie per consentire nuovamente alla cittadinanza l’accesso a questi preziosi spazi verdi e la ripresa delle attività sociali e ricreative da 23 anni portate avanti dal Circolo Arci Pianacci.

Nel video l’intervista di Francesco Massardo a Carlo Besana, presidente onorario del Circolo Arci Pianacci, trasmessa il 21 maggio 2020 nel corso del Tg di TeleGenova.

 

 

 

 

dona il 5 per 1000 al Circolo Pianacci!!!

 

Anche nel 2020 si possono sostenere le attività del Circolo Pianacci attraverso la destinazione del “5 per 1000”, senza alcun costo a carico del contribuente

 

Anche nel 2020, grazie al dispositivo della Legge Finanziaria, il contribuente può sostenere le associazioni che operano nel volontariato destinando il 5 per mille dell’IRPEF dovuto all’erario, senza costi a carico del contribuente (ricordiamo che il 5 per mille non preclude la possibilità di destinare l’8 per mille alla Chiesa Cattolica ed alle altre confessioni religiose, per cui è possibile optare per entrambe le soluzioni).

La nostra Associazione di Promozione Sociale è tra gli enti destinatari della disposizione ed è presente nell’apposito elenco (è possibile verificare visitando il sito dell’Agenzia delle Entrate all’indirizzo  www.agenziaentrate.it. )

 

Come destinare il 5 per mille

Le persone fisiche potranno indicare nella propria dichiarazione dei redditi, il codice fiscale 95047280102 (non il nome dell’Associazione!) e destinare così, senza alcun costo aggiuntivo, il 5 per mille delle proprie tasse alle importanti attività sociali dell’Associazione “ Consorzio Sportivo Pianacci “

 

Dove indicare la scelta

In caso di scelta si dovrà apporre la propria firma nel riquadro indicante ”Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art.10 , c.1, lett. a) del D.Lgs.n.460 del 1997“, che troverete nel modello da voi utilizzato e ricordarsi di indicare il codice fiscale (95047280102) dell’Associazione “Consorzio Sportivo Pianacci”  (e non il nome!)

(clicca per ingrandire)

Come verranno utilizzati questi contributi?

I contributi saranno utilizzati per le attività dell’Associazione “Consorzio Sportivo Pianacci” che, con il suo Circolo Arci, rappresenta una delle strutture più attive (dal 1997) al Cep di Genova Pra’; un quartiere dal passato problematico (tipico delle periferie urbane) che da anni sta offrendo una positiva “visibilità”, tanto da essere diventato ormai un consolidato punto di riferimento tra i migliori nell’ambito cittadino per  promuovere incontri e socialità.

In questo percorso, lento ma concreto, di riqualificazione di un intero quartiere, l’Associazione “Consorzio Sportivo Pianacci” riveste un ruolo importante che, grazie anche al Vostro prezioso contributo, potrà beneficiare di un ulteriore supporto.

Grazie!!!

(clicca per ingrandire)

Qualcuno, legittimamente, si chiederà quali siano i costi che deve sostenere la nostra Associazione.

Alla prossima Assemblea dei Soci sarà presentato il rendiconto economico 2019, ma abbiamo già fatto “un po’ di conti…”

Canone Affitto Comunale  1.500 euro
Polizze Assicurative  3.500 euro
Tari annuale  2.600 euro
Utenze  14.300 euro
Manutenzioni  6.000 euro…

Questi alcuni dei costi necessari, nel 2019, per garantire l’apertura quotidiana del Pianacci.

Poi, coperti questi costi, occorre reperire le risorse per le nostre attività…

passaparola…

(clicca per ingrandire)

 

Riprende al Pianacci la “Scuola di avviamento al Calcio”… gratis!!!

 

Al Pianacci dal 5 febbraio 2020 riprende la Scuola di Avviamento al Calcio, gratuita, riservata ai nati tra il 2010 ed il 2014

Riprende, dal prossimo 5 febbraio 2020, la Scuola di Avviamento al Calcio Gratuita per i nati dal 2010 al 2014, che si terrà sul campo da calcetto in erba sintetica del Pianacci con istruttori FIGC.

L’iniziativa è frutto della concreta collaborazione tra la Società Voltrese Vultur ed il Circolo Pianacci,  con il prezioso contributo di PSA Genova Pra’.

Tutti i partecipanti riceveranno, in omaggio, il kit composto da maglietta, pantaloncini, calzettoni e k-way!!!

I corsi si terranno il mercoledì ed il venerdì, dalle 17.30 alle 19

Per l’iscrizione (gratuita) occorre compilare (con firma di almeno uno dei genitori)  il modulo “Iscrizione-manleva” (qui il link) , da consegnare (dalle 15.30 alle 19.00) al Bar del Circolo Pianacci, aperto dal lunedì al sabato, oppure inviandolo via mail a corsi@pianacci.it

 

(clicca per ingrandire)

 

22 dicembre, Hip Hop al PalaCep con “The Beavers Crew”



Tutti i colori ed i ritmi dell’Hip Hop al PalaCep con The Beavers Crew



Locandina dell’evento
(clicca per ingrandire)

Domenica 22 dicembre, a partire dalle ore 17 (ingresso gratuito) il PalaCep ospiterà lo spettacolo “Show Case”, all’insegna del ballo e della cultura Hip Hop.

Protagonisti ragazzi e ragazze dell’Hip Hop Family “The Beavers”, che si esibiranno con la direzione artistica di Barbara Robaldo e Giada Cornacchini, in collaborazione con The Beavers Crew.

Hip Hop Family The Beavers è la sezione Hip Hop del Circolo Culturale “Arte e Immagine” di Voltri che già nell’estate 2018 si era esibita al PalaCep e che ora ha scelto la stessa struttura del Circolo Arci Pianacci (via della Benedicta 14) per questo importante evento prenatalizio.

 

The Beavers Crew
(clicca per ingrandire)

 

The Beavers Crew
(clicca per ingrandire)

 

The Beavers Crew
(clicca per ingrandire)

 

The Beavers Crew
(clicca per ingrandire)

 

2 e 3 novembre: al Pianacci il 1^ Trofeo “Bruno Foglino”, gara interregionale di tiro con l’arco



2 e 3 novembre: al Pianacci il 1^ Trofeo “Bruno Foglino”, gara interregionale di tiro con l’arco

iscritti sessanta arcieri dai 9 agli…80 anni!

 

Sabato 2 e Domenica 3 novembre 2019 gli spazi del Circolo Arci Pianacci (via della Benedicta 14 Genova) saranno vivacizzati dalla presenza degli arcieri iscritti al 1^ Trofeo “Bruno Foglino”, gara interregionale indoor 18 metri di tiro con l’arco ad ingresso gratuito.

Saranno presenti una sessantina di arcieri, in età compresa tra 9 e 70 anni, con l’eccezione di un over 70, un arciere di ben 80 anni (!!!), a testimonianza del fatto che il tiro con l’arco sia uno sport senza età.

La gara, patrocinata dalla Fitarco, è organizzata dalla Sezione Arcieri della Società ABG Genova, che da diverso tempo è presente, ogni settimana, al Pianacci, presso la Sala Foglino.

E proprio la Sala Foglino ospiterà la prima giornata di gare, sabato 2 novembre, a partire dalle 14.30.

Domenica 3 novembre le gare saranno invece disputate presso il PalaCep, con doppia seduta, la mattina dalle 9.30 ed il pomeriggio dalle 14.30.

 

Bruno Foglino
(clicca per ingrandire)

 

Nel luglio 2018 la rinnovata Sala del Circolo Pianacci utilizzata anche per l’attività di tiro con l’arco, è stata dedicata alla memoria di Bruno Foglino, in ricordo del suo appassionato servizio per la comunità del Cep.

 

 

 

 

 

Sala Foglino – Tiro con arco
(clicca per ingrandire)

 

(clicca per ingrandire)




  Come raggiungere il PalaCep

(clicca per ingrandire)