wi-fi gratuito al Cep???…magari!!!…

Elisa Serafini, Assessore alla Cultura del Comune di Genova, sta pensando di dotare l’intero quartiere del Cep di un servizio wi-fi gratuito…magari!!!

Repubblica Genova, 19 maggio 2018
L’articolo di Marco Preve

(clicca per ingrandire)

ELISA SERAFINI ASSESSORA
“GENOVA CASA DELL’HIP HOP E WI-FI GRATUITO AL CEP, ANCHE QUESTA E’ CULTURA”

Una semplificazione giornalistica porterebbe a dire di lei – visto che è paladina dei diritti dei gay, che ha criticato la scelta nostalgica di commemorare ufficialmente i caduti di Salò, che non ha grandi supporter nel clero locale, che alcuni militanti leghisti l’attaccano pesantemente sui social, e che preferisce organizzare un festival hip hop piuttosto che una serata jazz raccomandata da qualche consigliere – che Elisa Serafini assessora (la più giovane) alla cultura del Comune di Genova abbia poco a che spartire con la giunta Bucci, amministrazione dalle forti radici leghiste e assai tradizionalista.

Eppure sarebbe un errore.

Perché Serafini, che nella lista del sindaco è stata eletta, ne è anche una convinta sostenitrice: «Ad esempio difendo la legge 194, ma sui manifesti contro l’aborto di cui si parla in questi gironi la penso come il sindaco e sono per la libertà di pensiero. E soprattutto l’impegno di Bucci per rendere efficienti le municipalizzate mi sta facendo ricredere su certe mie convinzioni rispetto al ruolo dei privati nel pubblico“.

Partiamo proprio da qui.

I privati e il ruolo preponderante che per lei devono avere nel finanziamento della cultura.
«In questo periodo storico gli investitori istituzionali delle grandi imprese chiedono che le aziende investano in responsabilità sociale. Questo vuol dire finanziere progetti solidali, culturali, benefici, per rispondere alla sempre più forte richiesta di trasparenza e di etica…»

Per lavarsi la coscienza in qualche caso?
«Può essere, non lo so, ma non è questo il punto. Lo è invece che a fronte di finanziamenti pubblici ormai quasi azzerati per la cultura, solo con i privati si può continuare a farla e promuovere nuove iniziative. È quello che ho fatto reimpostando sponsorizzazioni del Comune e andando io stessa in prima persona a chiedere contributi».

E come sta andando?
«Bene direi. Siamo passati da circa 12 sponsorizzazioni a una cinquantina, soprattutto abbiamo coinvolto soggetti prima mai contattati. Così il Porto di Voltri ha pagato il restauro dell’imbarcazione per la regata storica, oppure un ristorante del centro storico ha coperto le spese per un concerto di musica folk al Ducale».

Tutta questa disponibilità non può trasformarsi in conflitti di interesse quando l’azienda avrà da chiedere qualcosa al Comune?
«Il rischio c’è ma esistono norme precise. Intanto evitiamo di chiedere contributi a chi deve ottenere permessi e l’impegno è fai sì che le sponsorizzazioni siano slegate da posizioni di privilegio con la politica».

Ci spieghi il beneficio per l’azienda.
«Farsi apprezzare dal territorio, pubblicità, rispondere appunto alla richiesta etica e di trasparenza che oggi arriva dai mercati, e poi anche forme nuove di convenzione: finanzi il teatro? I tuoi dipendenti potranno avere uno sconto su corsi di danza. È un esempio, ma la direzione è quella».
Villa Croce era un esempio di gestione pubblico privata ma con il suo arrivo è finita bruscamente. «Però a mio parere in quel caso non era il pubblico ad avere i benefici maggiori dal rapporto. Invece io penso che i benefici debbano esserci per tutti».

E ora a Villa Croce che succede?
«Che un colosso come Cisco ha deciso di credere nella nostra proposta e finanzierà due progetti. Il primo riguarda la villa e il museo dove sosterrà sperimentazioni e commistioni fra arte e tecnologia, in particolare sulla realtà aumentata».

E il secondo?
«L’altro progetto prevedeva il wi fi gratuito in un quartiere. Abbiamo scelto il Cep di Prà perché fi crediamo che possa diventare un servizio importante, specie sul fronte della formazione e dei servizi on line. E’ un quartiere che risponde bene agli stimoli e lo dimostra quanto fatto da un’associazione come il Pianacci di Carlo Besana. Vogliamo rinnovare i processi della cultura e lo si può fare anche con il wi fi gratuito».

Anche con l’hip hop? Il festival di gennaio le ha garantito consensi anche da ambienti giovanili di transita.
«E anche qualche critica dalla mia parte politica. Ma me lo aspettavo. Quella tre giorni alla Fiumara è uno dei progetti di cui vado più fiera. Totalmente finanziato con i privati ha fatto venire gente da tutta Italia e anche dal mondo, ha Hong Kong. Quello che una parte della città non capisce è che Genova è capitale italiana dell’hip hop, della trap. Su Spotify un terzo dei primi venti pezzi arriva da Genova e non c’è solo Tedua, ma un intero movimento che potrebbe diventare la nuova scuola dei cantautori. Ed è per questo che stiamo già organizzando il secondo festival sempre a Sampierdarena».

Hip hop a parte, le sue posizioni su alcune questioni (gay, diritti, antifascismo) sembrano non proprio in linea con il resto della giunta.
«Credo nella pluralità delle idee e nel progetto politico di questa maggioranza. A volte pago la mia coerenza e a volte sono considerata scomoda, ma apprezzo gli amministratori che lavorano con me anche se hanno posizioni diverse dalle mie su questioni di coscienza. E aldilà di contestazioni spiacevoli che arrivano però dall’esterno, fra di noi c’è rispetto reciproco».

 

La novità
A giugno sarà on line Investiincultura il portale per trovare finanziamenti privati
“Si chiamerà Invenstiincultura, sarà attivo a giugno e sarà il portale in cui le aziende troveranno le “offerte” culturali che necessitano di fondi. Ci sarà scritto quanto serve, come si può contribuire e anche quello che offriremo in cambio come pubblicità o altre forme di collaborazione”.

Così l’assessora Serafini serpentari il portale on line che nelle sue intenzioni dovrà aumentare il flusso di contributi privati verso la cultura pubblica.
“La città è disponibile -spiega Serafini – e non potrebbe essere diversamente visto che il finanziamento di molti anni fa di Riccardo Garrone al Carlo Felice resta il contributo più alto mai versato da un privato a un ente pubblico”.

E se restano le preoccupazioni per eventuali conflitti di interesse Serafini oltre alle spiegazioni fornite in questa stessa pagina aggiunge:
“Posso dire che sono aspetti la cui importanza mi è apparsa ancora più chiara da quando sono entrata in giunta. Ma anche prima non mi erano ignoti. Mi licenziai da Uber dove ero una giovane e ben pagata manager proprio perché la loro gestione degli autisti presentava a mio avviso alcune gravi carenze dal lato etico”.

Per i più piccoli, ogni sabato, al Circolo Arci Pianacci…

Da dicembre, ogni sabato, dalle 15.30 alle 17.30, al Pianacci, nuove gratuite occasioni di divertimento per i più piccoli, curate da volontari di ARCI Genova

(clicca per ingrandire)

Al Circolo ARCI Pianacci, a partire dal 2 dicembre, tutti i sabati, dalle 15.30 alle 17.30, i bambini e le bambine dai 5 ai 9 anni potranno contare su un nuovo, prezioso, gratuito supporto: grazie ai volontari di Arci Genova potranno infatti divertirsi con giochi, animazioni, laboratori artistici…ed altro ancora.

Questo nuovo servizio per i più piccoli, proposto il sabato dal Circolo Pianacci, va a completare l’offerta di servizi nel quartiere che, dal lunedì al venerdì, può già contare sulle attività proposte e gestite dal Centro Zenit e dalla Scuola della Pace.  

 

Pianacci, quando la periferia fa “centro”…

Iniziano le attività di tiro con l’arco in una struttura rinnovata, tra le poche in città per questo sport olimpico, all’area Pianacci

Quando la periferia fa “centro”

In attesa dell’inaugurazione “ufficiale” dei corsi e della nuova struttura, parte l’attività nella nuova sala dedicata al tiro con l’arco

Mercoledì 29 novembre, presso struttura appositamente rinnovata, presso il Circolo Pianacci, via della Benedicta 14, Cep, Genova, si inizieranno le attività promozionali di Tiro con l’Arco.

Si inizierà mercoledì 29, dalle 17.00 alle 18.30, con i ragazzi in età “scuola media” che frequentano la Scuola della Pace, mentre lunedì 4 dicembre, nella stessa fascia oraria, sarà la volta dei ragazzi in età 4^ e 5^ elementare; in seguito, grazie alla collaborazione con gli istituti scolastici del territorio, sarà possibile estendere questa esperienza a diverse decine di studenti.

Il giovedì, dalle 18.30 alle 20.30, a partire dal 30 novembre, (l’orario è provvisorio) l’impianto sarà riservato a chi, adulto o bambino, voglia sperimentare questo sport, molto diffuso anche tra i disabili.

Successivamente inizieranno i veri e propri corsi.

L’attività potrà contare su una struttura tra le poche in città ponendo il Cep come quartiere di nuovo riferimento per questo sport Olimpico.

In questa prima fase, ed in attesa dell’inaugurazione ufficiale, l’impianto sarà “testato” sia con spazi riservati ai più piccoli (in fascia d’età compresa tra i 9 ed i 13 anni) che con spazi anche per gli adulti, sempre con la presenza di istruttori della società A.B.G. Genova.

Il Circolo Pianacci ha già avviato contatti con la Pubblica Amministrazione (Comune e Regione) per verificare la possibilità di realizzare uno scivolo che favorisca l’accesso dei disabili alla sala di tiro con l’arco, unico spazio, nei 16.000mq dell’Area Pianacci, che presenti una barriera architettonica.

L’attività di tiro con l’arco rivolta ai bambini e ragazzi in età scolare (quella in cui è più frequente il danneggiamento delle frecce, il cui costo non è complessivamente irrilevante) sarà sostenuta economicamente, per l’anno scolastico 2017-2018, da un prezioso contributo dell’Autoscuola Macciò.

La nuova struttura: la storia

lavori in corso nell’ex bocciodromo
(clicca per ingrandire)

Nel 1997 era un bocciodromo coperto, poi caduto un po’ in disuso…

successivamente, con alcune modifiche strutturali, venne trasformato in uno spazio per il modellismo drift, per alcuni anni molto utilizzato da un gruppo di appassionati provenienti da diverse parti della città…

ora, sfumato anche questo utilizzo (c’è chi mette su famiglia, altri che la vedono crescere, e tutto questo ha fatalmente priorità sulle passioni) l’ex bocciodromo del Circolo Pianacci, al Cep di Prà, si veste di nuovo.

Grazie ad alcune modifiche, realizzate in queste ultime settimane, e con la collaborazione della sezione “Arcieri” della Società A.B.G. Genova, l’ex bocciodromo si è trasformato in uno spazio coperto, riscaldato e con misure a norma per la pratica del tiro con l’arco (oltre ad essere utilizzabile per altre attività).

Ancora una volta il Cep, in questo caso con il Circolo Pianacci, evidenzia la capacità di modulare le proprie risorse, ampliando le già notevoli offerte che da 20 anni caratterizzano questa parte (periferica e collinare) della città.

La riapertura del “bar Pianacci”

dopo circa quaranta giorni di lavori di ristrutturazione è stato riaperto il bar del Circolo Arci Pianacci, che si presenta ora con un nuovo, piacevole look

8 ottobre 2017

Ieri, nel tardo pomeriggio, è stato riaperto, con una nuova gestione, il bar del Circolo Arci Pianacci, con tanto di “taglio del nastro”.

I nuovi gestori, di loro iniziativa e con un impegno economico non indifferente, hanno ristrutturato a fondo il locale, che si presenta con un nuovo, piacevole look.

Un lavoro, a ritmi serrati, durati una quarantina di giorni, con una “conclusione” sul filo di lana, a pochi minuti dall’affollatissimo aperitivo offerto ai Soci ed al quartiere da un’emozionatissima Barbara Dellepiane.

Certo, nei prossimi giorni saranno necessari ulteriori ritocchi, al termine dei quali il Circolo potrà offrire ai più giovani un nuovo spazio, con attrattive ad uso gratuito, con l’auspicio che tutto il complesso dell’Area Pianacci, ed i suoi servizi, possano continuare ad essere un importante punto di riferimento per l’intero quartiere.

Tra i tanti intervenuti, è stato un piacere rivedere al Pianacci, dopo tanti anni una delle più importanti protagoniste dei primi anni di attività del Circolo Pianacci, Gianna Dapelo (accompagnata dal marito Gabriele e dal barboncino Achille).

Siamo molto grati a lei ed a Gabriele per esserci venuti a trovare, dopo tanti anni, proprio oggi…

 

 

Le figurine della Ceppions League 2017!

tutti, da piccoli, abbiamo sognato di avere, un giorno, la “nostra” figurina Panini…

Un po’ di lavoro notturno (fin quasi alle 4 di notte…), poi alcune ore oggi ed eccole lì, le “figurine” (tipo figurine Panini) della Ceppions League.

Erano state promesse, prima della finale…

Ed è pronto anche il poster!

La galleria fotografica
(cliccare su “mostra miniature” quindi, cliccando sulla prima foto, si apre la visualizzazione con ingrandimento)

 

il poster

(clicca per ingrandire)

Il “ritorno” del Mago Fabius…

già nel 2010, in occasione del Ferragosto al Cep, aveva divertito grandi e piccini…il Mago Fabius è tornato, nel 2017…sempre bravo e simpatico!

12 agosto 2017

Ferragosto al Cep per i più piccoli…

Passano gli anni, cambiano i protagonisti (più piccoli) ma il “copione” del Ferragosto al Cep con il Mago Fabius (che era già venuto al Pianacci nel Ferragosto 2010) è piacevolmente immutabile…

i bambini all’inizio lasciano un po’ svogliatamente il loro “assalto ai gonfiabili”, quasi infastiditi…

si avvicinano allo “spazio magia” con l’atteggiamento (e forse, un po’, anche la convinzione…) che nulla potrà impressionarli…

poi, man mano che si susseguono i “giochi di magia” in cui Mago Fabius ne coinvolge alcuni, rendendoli protagonisti proprio della “magia”, ecco che gli sguardi degli altri si fanno progressivamente più attenti, poi stupiti…

e fioccano gli “oohh” di meraviglia ed anche gli applausi…

e la fotocamera trova una miriade di espressioni, simili a quelle degli spettatori che erano bambini nel 2010 (qualcuno, quelli che allora non avevano ancora 10 anni, è ancora qui…), immutabili, come la bravura e la simpatia del Mago Fabius…

Al termine ho chiesto ad Alessio:” Ti è piaciuto il Mago?” e lui, con atteggiamento deciso:”Sì, ho anche imparato molto…è facile!”…
impagabili!

ps: immutabili (e piacevoli) anche le richieste fioccate ieri così come fioccano anche nelle serate danzanti ed in altre occasioni: “Carlo, ce la fai una foto?”…

ed è un piacere accontentare le richieste ed arricchire, ancora di più, un archivio che dal 1997 ad oggi è già composto da migliaia di foto…

pronto ad alimentare il ricordo di chi non c’è più, a sorprendersi di quanto e come siano cresciuti quei bambini che qualche lustro fa partecipavano alla Ceppions League o ad altre iniziative ed ora tornano qui con i loro bimbi…

La galleria fotografica
(cliccare su “mostra miniature” quindi, cliccando sulla prima foto, si apre la visualizzazione con ingrandimento)

 

I gonfiabili, il calciobalilla umano, il compleanno di Steven…

un Ferragosto al Cep molto intenso per i più piccoli: dal calciobalilla umano,  ai gonfiabili, dal Mago Fabius al compleanno di Steven…ed anche le mamme…

12 agosto 2017

…c’è il Ferragosto dedicato ai più piccoli…e non solo…

E “non solo” non è un modo di dire…

in attesa del via al “parco divertimenti di un pomeriggio” è bastato infatti che si materializzasse il pc del mago Fabius, collegato al suo impianto di amplificazione…

e parte un’improvvisazione, promossa da qualche mamma e rapidamente estesa anche ad alcuni dei più piccoli…

qualche brano musicale orecchiabile e ballabile e per una ventina di minuti eccoli tutti impegnati in uno “spazio ballo” improvvisato

poi il via al calciobalilla umano (uno spasso…), l’assalto al megagonfiabile (sempre apprezzato, lo sappiamo…), lo spettacolo del mago Fabius e la festa di compleanno di Steven Dellepiane (9 anni)…

Un festeggiamento già iniziato alcune ore prima, pochi secondi dopo la mezzanotte, al PalaCep, durante la serata danzante, e poi sviluppato in modo ufficiale nel corso di un pomeriggio in cui Steven è stato protagonista anche del primo numero di magia con il mago Fabius…

Proprio un bel pomeriggio intenso, piacevolmente intenso anche per noi…

La galleria fotografica
(cliccare su “mostra miniature” quindi, cliccando sulla prima foto, si apre la visualizzazione con ingrandimento)

 

 

L’Orchestra Bassissi, la “galeina”, il Gabibbo, lo scimmione… ed altro

Tanta gente al PalaCep per la serata con l’Orchestra Bassissi, un vero e proprio show con le “incursioni” del Gabibbo, della galeina, dello scimmione…

11 agosto 2017, al PalaCep c’è l’Orchestra Bassissi e la “cornice” è quella delle grandi occasioni: moltissima gente, fin dall’inizio, si vede che è un’orchestra conosciuta ed apprezzata.

E, come sempre, le dita scorrono frenetiche sulla fotocamera… (oltre 960 foto scattate…)

Molti chiedono come mai, nelle foto delle serate danzanti, l’attenzione dell’obiettivo vada soprattutto a cogliere i primi piani e non le figure intere.

La risposta è semplice: i primi piani esprimono meglio le emozioni, l’impegno, la gioia…

poi, per catturare al meglio i passi dei diversi balli occorrerebbe conoscerli, per poterli “inseguire” e cogliere meglio… 

se non si hanno, purtroppo, competenze in materia, meglio concentrarsi sui volti, anche se non mancano le foto agli immancabili “gruppi”.

La serata con l’Orchestra Bassissi ha riservato una piacevole sorpresa, con le “incursioni” del Gabibbo, dello “scimmione” di Occidentalis Karma e della famosa gallina, quella dell’immancabile (alle serate di liscio) “ciapa la galeina coccodè”.

Veri e propri momenti di spettacolo che hanno divertito giovani e meno giovani con il pregio di non interrompere “le danze”…

Gallerie fotografiche

L’Orchestra Bassissi, le coppie, i gruppi…
(cliccare su “mostra miniature” quindi, cliccando sulla prima foto, si apre la visualizzazione con ingrandimento)


Lo show: il Gabibbo, lo scimmione, la galeina…ed altro
(cliccare su “mostra miniature” quindi, cliccando sulla prima foto, si apre la visualizzazione con ingrandimento)

Ceppions League, che passione…!!!

Il racconto, anche per immagini, dell’edizione 2017 della Ceppions League, da almeno tre lustri un appuntamento irrinunciabile per i giovani del Cep

La prima giornata

4 agosto 2017, inizia la Ceppions League.
Il numero di partecipanti non è elevato ma ci inventiamo una formula che consentirà a tutti, indistintamente, di giocare tre partite oltre alla finale, in programma giovedì 10 agosto.

Grazie al sorteggio, che tiene conto dell’equa distribuzione maschi/femmine e delle diverse età, ad ogni partita le formazioni cambieranno.
Ogni partecipante si abituerà, ad ogni giornata, a “fare squadra” con compagni in gran parte diversi; gli avversari del giorno prima potranno essere l’indomani tuoi compagni…

E’ l’essenza del gioco, che va oltre il cliché abituale del “torneo di calcio” , qui è un “torneo per gioco”, come è sempre stata la Ceppions League fon dalla sua prima edizione.

Oggi è anche il compleanno (8 anni) di Beatriz, che per un’ora lascia la festa di compleanno (allestita di fianco al bar del circolo) per partecipare all’incontro, che viene inaugurato non con l’inno ma con un più sentito “Tanti auguri a te” cantato da tutti i giocatori.
Super!

Non potevano mancare le foto…
In questo periodo, riguardando le foto delle prime edizioni, ho avuto modo di rivedere, in flashback, volti di ragazzi di allora che oggi sono già genitori…

E capiterà anche fra qualche anno, riguardando le foto di oggi…

Ed immancabili, come in tutti gli album degli eventi al Pianacci, i componenti (tanti) della famiglia Delle Piane.
Tre in campo (Kristel Dellepiane, Michele e Steven Dellepiane), sugli spalti la sorella Josephììne Dellepiane ed il fratello Giacomo, protagonisti delle edizioni di alcuni anni fa, ed i genitori Rosa Anna Vitello e Giancarlo Dellepiane, ed accanto a loro l’ultimo arrivato, di cui non ricordo il nome…

Inevitabile che siano “finiti” (ed è un piacere) nell’obiettivo della fotocamera…

Così come il piccolo Alessio, ancora troppo piccino per giocare ma prontissimo, prima dell’incontro, a raccogliere l’invito della nonna Isabella Barile: occorreva pulire il campo e lui, con Steven Dellepiane ed altri, non ha esitato un solo secondo…
spettacolo!

Le foto della prima giornata

(cliccare su “mostra miniature” quindi, cliccando sulla prima foto, si apre la visualizzazione con ingrandimento)

 

La seconda giornata

7 agosto 2017, seconda giornata della Ceppions League.

Una sola defezione (giustificata) ed il nuovo sorteggio che cambia le formazioni…
alcuni “avversari” di ieri ora sono compagni…

ci si abbraccia con l’autore del gol che porta in vantaggio la propria squadra ed è magari lo stesso che ieri ha contribuito a farci perdere…

e le “femmine” si rivelano spesso un valore aggiunto, non hanno paura di nulla…

bello così, ci si diverte comunque, per la soddisfazione di Armando Bonafede (oggi in posa con le squadre ad inizio partita) e Franco Farfarini, presidente e vice presidente del Pianacci, e di Carmelo Caratozzolo, arbitro che sa alternare il giusto richiamo alle regole con il bonario atteggiamento del padre di famiglia, che si occupa anche delle stringhe slacciate dei giovani in campo…

domani riposo, mercoledì terza giornata e giovedì la finale.

Il divertimento è assicurato

Le foto della seconda giornata

(cliccare su “mostra miniature” quindi, cliccando sulla prima foto, si apre la visualizzazione con ingrandimento)

 

La terza giornata

9 agosto
E’ la terza giornata della Ceppions League 2017.

Anche questa volta squadre “rimescolate” dal sorteggio ed alla fine si stilerà la classifica: i nove partecipanti che hanno ottenuto singolarmente più punti affronteranno domani, in finale, gli altri nove.

Ancora squadre inedite, quindi per la finale, al termine della quale si effettueranno le premiazioni, con premi identici per tutti.

Oggi sono venuti a far visita a “nonno Armando” (Armando Bonafede) i nipoti Melanie e Jacopo.
Melanie (molto attenta e precisa) ha fatto da “segretaria”.
Va inserita di diritto tra gli organizzatori, con nonno Armando, Franco Farfarini e Carmelo Caratozzolo.

Le foto della terza giornata

(cliccare su “mostra miniature” quindi, cliccando sulla prima foto, si apre la visualizzazione con ingrandimento)

 

La finale

10 agosto 

Si è conclusa l’edizione 2017 della Ceppions League.

Le due squadre sono scese in campo accompagnate dall’allegra “marcia di Radetzky”, cui ha fatto seguito, durante la presentazione, l’esecuzione dell”’Inno di Mameli”, cantato con trasporto da molti dei protagonisti della finale.

Nonostante in ogni partita le squadre siano state definite, sempre, da sorteggio, la finale, come spesso accade nei grandi tornei, è finita in assoluta parità e per decretare la vittoria della squadra azzurra sono stati necessari i rigori, in cui sono stati coinvolti tutti i partecipanti.

Un equilibrio rotto dalla prodezza di una delle 4 femmine in campo, Kristel Delle Piane, che ha parato il rigore decisivo.

Alla fine, comunque, premi uguali per tutti: una medaglia, un cappellino con il logo I Love Cep ricamato, ed un biglietto all’Acquario, valido anche per adulti.

Prossimamente cercheremo di pubblicare, in forma virtuale, anche le figurine (tipo Panini) di questa edizione il cui successo è frutto del lavoro di presidente e vice presidente del Pianacci, Armando Bonafede e Franco Farfarini, e del prrezioso supporto di Carmelo Caratozzolo (che ha ben diretto tutti gli incontri) e di Luca Colao e Alex Belardinelli che hanno “tenuto a bada” ad ogni incontro le due formazioni.

Grazie, grazie a tutti!

Le foto della finale

(cliccare su “mostra miniature” quindi, cliccando sulla prima foto, si apre la visualizzazione con ingrandimento)

L’Orchestra Harmony Show al PalaCep: bella serata!

Le foto della prima serata danzante (con l’Orchestra Harmony Show) organizzata al PalaCep dal Circolo Arci Pianacci del neo presidente Armando Bonafede.

scattate 666 foto -!!!- sicuramente tante…(ne abbiamo “selezionate” 115…)

ma la serata danzante, con l’Orchestra Harmony Show (a proposito: bravissimi, ottima scelta!) meritava tutta l’attenzione possibile.

E’ la prima serata danzante organizzata dal nuovo Consiglio Direttivo del Pianacci, presieduto da Armando Bonafede, che si è assunto questo onere in un momento irto di difficoltà e problemi per il Circolo Arci Pianacci.

Gli sforzi del presidente, del vice presidente Franco Farfarini e dei loro collaboratori sono stati ripagati: molti appassionati, non un pienone ma sicuramente una presenza oltre le previsioni.

Per tornare ai “pienoni” del passato occorrerà ancora tempo e molto impegno, ma le premesse sono incoraggianti.

Tra gli intervenuti molte persone che non vedevamo da tempo, e che abbiamo rivisto con molto piacere.

Ed un’ospite a sorpresa, Manuela Arata, ex anima del Festival della Scienza, salita fino al Cep da Quarto per testimoniare il suo affetto al nostro Circolo.

Grazie, grazie a tutti!

ci si rivede l’11 agosto, con l’Orchestra di Athos Bassissi.

Galleria fotografica
(cliccare su “mostra miniature” quindi, cliccando sulla prima foto, si apre la visualizzazione con ingrandimento)