forse non tutti sanno che…

…i termini “Consorzio” e “Sportivo” non stanno a significare che il Pianacci sia un “Consorzio” e/o che sia una Associazione “sportiva”.

Il Pianacci è infatti una APS, un’Associazione di Promozione Sociale, e “Consorzio Sportivo Pianacci” non a caso è messo tra virgolette.

(clicca per ingrandire)

“Consorzio Sportivo Pianacci” fu la denominazione scelta nel 1992 quando venne effettivamente costituito un consorzio tra tre società sportive (Stella Polare, Bocciofila Pianacci ed HP Voltri), nella speranza di una imminente apertura di quella che era comunemente denominata “Area Pianacci”, uno spazio da diversi anni in via di trasformazione grazie ai lavori finanziati con gli oneri di urbanizzazione delle case di edilizia popolare costruite nei dintorni.

 

I lavori, già in notevole ritardo rispetto alla programmazione iniziale, andarono ancora per le lunghe.

Terminarono infatti a cavallo tra la fine del 1996 e l’inizio del 1997 e nel frattempo le attività di due delle società che formavano il Consorzio (Stella Polare e Bocciofila Pianacci) erano andate scemando, anche a causa dell’assenza di uno spazio che potesse essere anche parzialmente utilizzato, privo com’era di allaccio elettrico e di altri servizi .

I pochi dirigenti (soprattutto Gianna Dapelo e Fernando Veneziani) che con incrollabili entusiasmo ed ottimismo avevano comunque continuato a tenere viva la speranza in una conclusione dei lavori, decisero di trasformare il “consorzio” in una “associazione” (affiliata ad Arci, come già l’ex Consorzio) con finalità sociali, più rispondente alle esigenze nel frattempo createsi nel quartiere.

Si volle però omaggiare lo sforzo e la tenacia di chi per qualche lustro aveva fatto da pungolo alla pubblica amministrazione affinché venisse rispettato l’impegno assunto con i cittadini, e quindi il nome “Consorzio Sportivo Pianacci” entrò a far parte, tra virgolette, nella denominazione ufficiale della nuova Associazione.

L’inaugurazione avvenne l’8 marzo 1997, alla presenza di autorità cittadine, provinciali e regionali, guidate dal Sindaco Adriano Sansa.

Fu l’inizio delle attività del Circolo Pianacci e fu anche l’inizio di una nuova storia per me, primo presidente dell’Associazione ed ancora impegnato a spiegare, a 22 anni di distanza, che no, non siamo un “consorzio” e non siamo una società “sportiva”…

d’altro canto, è molto più bello ed utile essere un’Associazione di Promozione Sociale…   

le cornici con i nomi dei Soci fondatori della Società Sportiva “Stella Polare”(Bastiana Ballone, Carmela Bruni, Mirella Colombo, Gianna Dapelo, Milena Donolato, Clotilde Esposito, Maria Pia Grassi, Angela Incorvaia, Jole Mazzetto, Lia Meazza, Gianna Ruta, Milena Tumino, Fernando Veneziani) e dei membri del Consiglio Direttivo (Gianna Dapelo, Franca Di Vittorio, Rosaria Musumeci, Rosanna Cassano, Filomena De Rosa, Adriana Esposito, Francesca Giannì, Angela Incorvaia, Ambrogio Malvezzo, Teresa Marzano, Jole Mazzetto, Rocco Orlando, Fernando Veneziani)

(clicca per ingrandire)

qui invece l’Atto Costitutivo (1992) del Consorzio Sportivo Pianacci, poi diventato Associazione “Consorzio Sportivo Pianacci”, con i nomi dei Soci fondatori:
Gabriele Donolato, Gianna Dapelo, Juri Pertichini, Carlo Cesura, Roberto Catania, Rosaria Musumeci, Ettore Marchitelli, Luciano Schintu, Francesco Marrari, Margherita Landini.

(clicca per ingrandire)

La riapertura del “bar Pianacci”

dopo circa quaranta giorni di lavori di ristrutturazione è stato riaperto il bar del Circolo Arci Pianacci, che si presenta ora con un nuovo, piacevole look

8 ottobre 2017

Ieri, nel tardo pomeriggio, è stato riaperto, con una nuova gestione, il bar del Circolo Arci Pianacci, con tanto di “taglio del nastro”.

I nuovi gestori, di loro iniziativa e con un impegno economico non indifferente, hanno ristrutturato a fondo il locale, che si presenta con un nuovo, piacevole look.

Un lavoro, a ritmi serrati, durati una quarantina di giorni, con una “conclusione” sul filo di lana, a pochi minuti dall’affollatissimo aperitivo offerto ai Soci ed al quartiere da un’emozionatissima Barbara Dellepiane.

Certo, nei prossimi giorni saranno necessari ulteriori ritocchi, al termine dei quali il Circolo potrà offrire ai più giovani un nuovo spazio, con attrattive ad uso gratuito, con l’auspicio che tutto il complesso dell’Area Pianacci, ed i suoi servizi, possano continuare ad essere un importante punto di riferimento per l’intero quartiere.

Tra i tanti intervenuti, è stato un piacere rivedere al Pianacci, dopo tanti anni una delle più importanti protagoniste dei primi anni di attività del Circolo Pianacci, Gianna Dapelo (accompagnata dal marito Gabriele e dal barboncino Achille).

Siamo molto grati a lei ed a Gabriele per esserci venuti a trovare, dopo tanti anni, proprio oggi…